LUISSdebates

Tra diritto, economia e politica: interesse nazionale vs integrazione europea?

Debater

Sergio Fabbrini
Professore Ordinario di Scienza politica

Co-Debater

Gino Scaccia
Professore Ordinario di Istituzioni di diritto pubblico

ABSTRACT

Si può essere al contempo patriottici ed europeisti? La tutela ferma ed intransigente dell’interesse nazionale è davvero incompatibile con la partecipazione ad un assetto sovrastatale? E’ questo il tema di uno dei debates dedicati all’Europa.
Dopo aver superato la dimensione esclusiva del mercato, l’Unione Europea ha saputo diventare comunità di diritti. Ma per costruirsi come una vera comunità politica è necessario soprattutto condividere doveri e mostrare solidarietà nei confronti dei soggetti deboli della collettività interstatuale. Negli ultimi anni, tuttavia, l’Unione europea sembra essere divenuta l’oggetto di una contesa politica che sta dividendo i Paesi europei, a cominciare dal nostro.
Due sono gli scenari che si profilano: da un lato, forze sovraniste (che aggregano movimenti tradizionalmente nazionalisti e generalmente populisti), rivendicano la tradizionale politica statale di potenza e un rimpatrio di competenze trasferite nel tempo a Bruxelles. Dall’altro lato, forze europeiste (rappresentate dai partiti tradizionali europei), difendono il processo di integrazione e i suoi risultati storici.