LUISSdebates

Intelligenza artificiale e democrazia in una società giusta

Debater

Sebastiano Maffettone
Professore Ordinario di Filosofia politica

Co-Debater

Massimo Bernaschi
Professore di Programmazione di sistema

ABSTRACT

Una delle questioni più controverse quando si parla di Social Network, Big Data e Intelligenza Artificiale è se, e con quali risultati, una loro specifica combinazione può essere utilizzata per dedurre orientamenti politici e più in generale opinioni su argomenti di particolare impatto socio-economico. Dalla comprensione degli orientamenti e delle opinioni al tentativo di influenzare le stesse il passo può essere breve, soprattutto se non esistono regole e controlli. È chiaro il riferimento al recente caso Cambridge Analytica in cui i dati di decine di milioni di utenti Facebook sono stati utilizzati per definire dei profili su cui mirare campagne elettorali. D’altro canto, il fatto che la struttura della informazione-comunicazione possa influenzare negativamente la politica era stato notato già da autori classici del pensiero politico, a cominciare da Hegel. C’è chi, ormai, arriva ad intravedere la scomparsa di qualsiasi confine tra consumatore ed elettore con la possibilità, che è al contempo causa e conseguenza, che il consenso politico venga promosso in rete come un qualsiasi prodotto. Gli aspetti da considerare nella discussione sono almeno due: da un lato c’è la necessità di capire se le basi scientifiche del metodo siano realmente solide (e questo richiede, in particolare. di far luce sui rapporti tra mondo accademico e società private che operano nel settore, come già avviene nel campo della medicina). L’altro aspetto riguarda l’eventuale regolamentazione. Se i risultati sono in linea con le promesse, è chiaro che l’impatto sul funzionamento della democrazia di questo nuovo approccio alla politica potrebbe arrivare allo stesso livello di quello delle regole del sistema elettorale. La naturale conseguenza sembrerebbe essere che solo un ampio, se non unanime, coinvolgimento delle forze politiche nella definizione di regole comuni può garantirne l’accettazione ed il rispetto.