LUISSdebates

Le imprese al cospetto del GDPR: tutela della privacy vs libertà di impresa?

Debater

Antonio Gullo
Professore Ordinario di Diritto penale

Co-Debater

Maurizio Bellacosa
Professore di Diritto penale

ABSTRACT

La digitalizzazione e il diffuso utilizzo delle tecnologie della comunicazione e dell’informazione, pur assicurando una maggiore efficienza in termini di semplificazione delle procedure e di risparmio di costi, rappresentano un fattore di rischio per il godimento dei diritti e delle libertà individuali ed espongono il dato personale a fenomeni di captazione illecita o tentativi di distruzione da parte di terzi.
Per garantire uno standard minimo di protezione dell’individuo nel trattamento automatizzato di dati, il legislatore europeo ha valorizzato la via dell’accountability, cioè della responsabilizzazione dei titolari del trattamento. In forza delle nuove previsioni del GDPR, sulle imprese grava l’onere di attuare strategie di compliance per minimizzare il rischio di perdita o fuga di informazioni e di comunicare tempestivamente eventuali violazioni dei dati personali.
La violazione degli obblighi di legge soggiace peraltro a sanzioni economicamente molto onerose, in grado di incidere in modo significativo sull’andamento delle imprese.
Emergono dunque dei possibili punti di tensione tra la necessità di apprestare una tutela effettiva della privacy e le garanzie della libertà di iniziativa economica privata e dell’autonomia gestionale delle imprese.